Come lavoriamo

Le fasi del lavoro svolto a Calenzano (Firenze) Luglio 2017, prato Calliope 35 mm

Anche se gli argomenti del nostro sito possono risultare noisi per la lettura, la loro descrizione , le informazioni, i consigli che diamo a riguardo i materiali, prodotti e macchinari da utilizzare o utilizzati, sono il frutto di 10 anni di attività nel settore dell”erba sintetica. Anche le immagini, nella loro semplicità con le loro descrizioni ne danno conferma. Tutto cio è ricavato all’interno del nostro lavoro senza copiare argomenti da nessuna parte.

Siamo sempre a disposizione per qualsiasi tipo di informazioni. Chiamateci al  3933324385

info@florartegarden.com

 

 

Lavoro eseguito dalla squadra A in un giardino privato presso Calenzano (FI). Superficie 220 metri quadrati con diserbo effettuato 20 giorni prima, taglio dell’erba naturale secca, riporto di materiali per livellamento del terreno, posa telo antiradice, posa prato con tagli e ed accorgimenti nei particolari. Come si può notare nel video preferiamo portare il prato sintetico fino sotto le siepi, in maniera che il cliente, in futuro non debba zappettare la terra della siepe per togliere le erbacce infestanti. Nell’effettuazione dei tagli bisogna considerare sopratutto il periodo in cui viene fatta la posa. Bisogna considerare che i materiali con cui è prodotto il prato in erba sintetica sono materiali plastici e per cui soggetti a restringimenti o dilatazioni. Quindi se la posa si effettua con temperature alte conviene lasciare l’erba sintetica sui bordi più lunga, in maniera che con l’abbassamento delle temperature la contrazione dei materiali di cui è fatto il prato in erba sintetica non lasci spazzi tra  prato e  bordo. Questo il professionista lo deve sapere. Anche in questo caso, come tutte le cose, la qualità del prodotto è molto importante come è importante l’esperienza ed il biglietto da visita dell’azienda a cui vi rivolgete.

Fatto questo lungo discorso e ritornando alla siepe vi farete una domanda: ma come fa a prendere l’acqua la siepe ed essere concimata?
La cosa è molto semplice. Prima di mettere il telo antiradice si mette lungo e sotto la siepe, per tutta la sua lunghezza, un tubo chiamato ala gocciolante, che attaccato ad un rubinetto con una centralina a pile, irrigherà la vostra siepe nei tempi e negli orari che desiderate. Per la concimazione, dovrete fornirvi di un piccolo serbatoio costruito appositamente per la concimazione automatica, che verrà inserito sul tubo poco dopo la centralina/programmatore. Potrete cosi concimare la siepe con dei concimi liquidi studiati per questa soluzione, che al passaggio del l’acqua nel serbatoio alimenteranno le piante della siepe. Se avete invece un impianto di irrigazione con la sezione a goccia potete fare lo stesso procedimento inserendo il serbatoio dopo l’elettrovalvola.

Una volta terminate le rifiniture e picchettato (fissato) il prato sintetico con delle apposite forcine antisfilamento al terreno, si procederà a spazzolare il filato. Questa operazione verrà effettuata con delle macchine professionali in maniera che le fibre principali (monofilo di polietilene) dell’erba sintetica possano recupere la loro posizione che dovranno assumere in base alle caratteristiche e scopo per cui è stato creato il prato sintetiche. Infatti il movimento rotatorio/contrario della spazzola della macchina professionale solleverà le fibre dei due filati Monofilo (polietilene) e riccio (Polipropilene) agendo soprattutto su quest’ultimo per distribuirlo in altezza ed in larghezza con il compito di sostenere il primo (monofilo) e di essere aiutato a rialzarsi dopo essere stato calpestato e rimanere diritto……per saperne di più (come è fatto un prato sintetico)Attenzione però che questa operazione non è uguale per tutte le tipologie di prato sintetico, ognuno può avere il suo modo per essere spazzolato e solamente un professionista può capire come si deve procedere per farlo e magari adottare le dovute soluzioni.

Dopo aver spazzolato tutta la superfice si può procedere all’incollaggio. Si capovolgeranno i lati dell’erba sintetica che si devono incollare, quindi si stende la banda di giunzione, si fissa in vari punti della sua lunghezza con le forcine antisfilamento in maniera che durante l’incollaggio non si sposti dalla posizione stabilita. Quindi è ora di preparare la colla. Noi tradizionalmente usiamo e consigliamo la colla bicomponenteQuesta insieme all’operazione di taglio è l’operazione più difficile, perché ogni minimo errore può compromettere l’intero lavoro. Eseguito l’incollaggio ed accostato i lati da incollare, il lavoro è terminato

Tempo per la realizzazione 3 giorni

Per ottenere un risultato soddisfacente, bisognerà aspettare un pò di giorni perché il filato si riprenda completamente, in quanto è stato compresso e rimasto in posizione arrotolata per molto tempo. Il sole ed il calpestio oltre le future operazioni di manutenzione (che farà il cliente) con macchine specifiche per spazzolare/pulire, faranno si che il prato si mostri in tutta la sua bellezza.

Lavori particolari

 

 

 

I nostri prati sintetici
Perché scegliere un prato sintetico
L’amore per i nostri animali domestici
L’amore per i nostri bambini
Come scegliere un prato sintetico
La posa di un prato sintetico
La manutenzione di un prato sintetico
I nostri lavori Clicca qui

Solo prati della migliore qualità in Europa

Garantiamo i nostri prodotti 8/10 anni contro l’esposizione ai raggi ultravioletti; non temono l’acqua, il caldo e il freddo; sicuri, non temono il fuoco; attenti alla salute delle persone; attenti all’ambiente.

 

Caratteristiche dei nostri prati