La manutenzione di un prato sintetico

MANUTENZIONE DELL’ERBA SINTETICA: COME INTERVENIRE?

Per prima cosa cominciamo col dirvi che il prato sintetico, pur non richiedendo tagli, irrigazioni, arieggiature e trattamenti vari, ha comunque bisogno di una manutenzione periodica (non preoccupatevi, una volta al mese può bastare).

Nel caso in cui cadano foglie ad esempio, è sempre meglio mantenere pulita la superficie con l’ausilio di un aspiratore elettrico, una spazzola per erba sintetica o un semplice rastrello per le foglie, anche perché col tempo potreste ritrovarvi con un letto di foglie e non vedere più il prato.

Se il giardino viene spesso frequentato da cani e/o gatti è opportuno rimuovere le feci e mantenere pulita la superficie con semplice acqua, utilizzando la canna o l’impianto d’irrigazione, questo onde evitare di sentire odori sgradevoli.

Per una pulizia più accurata consigliamo il detergente da noi fornito.

 


 

Veniamo ad un’altra questione da non sottovalutare: l’intaso.

Lintaso del prato non è altro che sabbia a granulometria controllata ed essiccata, che va fatta depositare alla base dell’erba sintetica (internamente) per far si che il filato rimanga dritto nel caso in cui venga calpestato di frequente. Tenete in considerazione che durante la manutenzione e soprattutto durante lo spazzolamento del filato, la sabbia potrebbe volare via (in piccola parte), e proprio per questo col passare del tempo si dovrà ripetere l’intaso. Pensate poi se avete una piscina, la sabbia cadrebbe all’interno.

Inoltre cosa da non sottovalutare, lo strato di sabbia creerebbe uno strato organico poco igenico e di difficile pulizia.

Nota bene: non stiamo dicendo che l’intaso non va bene ma che va considerato solo per alcune applicazioni specifiche come campi polivalenti o aree gioco.

Abbiamo voluto aggirare il fattore intaso, perché costoso, poco pratico,  e poco igenico, inserendo nella nostra collezione prati in erba sintetica con filati speciali. Questi sono l’ideale per zone calpestate di frequente e dove sono presenti soprattutto cani perché pur non essendo intasati con sabbia hanno una grande capacità di tornare alla posizione originaria senza richiedere troppo tempo.

Per concludere, nel caso in cui il prato venga calpestato almeno una volta al giorno e magari anche da più persone, consigliamo vivamente l’ausilio di una spazzolatrice elettrica per mantenere il filato dritto.

 La spazzolatrice elettrica, attraverso la rotazione della spazzola rimuove  peli di animali, foglie ed altri detriti che si sono depositati all’interno del filato del prato sintetico, in maniera di evitare che si crei uno strato organico alla sua base, motivo per cui non proponiamo prati con intaso.
Questa quindi è un operazione molto importante da fare a fondo, perché oltre a rimuovere la sporcizia,  ci permette di rinvigorire e di riposizionare il filato riccio di propilene sia in altezza che in larghezza. In questo maniera si crea nuovamente il volume necessario per sostenere  il filato principale (Monofilo) di Polietilene in posizione verticale ed aiutarlo ad avere un pronto recupero quando quando viene calpestato (effetto memory). Per saperne di più

 


 

Sapazzolatrice Comber 141 E

 

Spazzolatrice Comber 502 E-V15

Video dimostrativo della spazzolatrice Comber 502 E-V15


Ti potrebbe interessare anche: Prati per cani


 

Solo prati della migliore qualità in Europa

Garantiamo i nostri prodotti 8/10 anni contro l’esposizione ai raggi ultravioletti; non temono l’acqua, il caldo e il freddo; sicuri, non temono il fuoco; attenti alla salute delle persone; attenti all’ambiente.

 


 

I nostri prati sintetici
Perché scegliere un prato sintetico
L’amore per i nostri animali domestici
L’amore per i nostri bambini
Come scegliere un prato sintetico
La posa di un prato sintetico

La manutenzione di un prato sintetico
I nostri Lavori Clicca qui

Nella foto Alessandro


 

Caratteristiche dei nostri prati

 

 
 https://www.florartegarden.com/manutenzione-prato-sintetico/